24 feb 2015

Petto d'anatra laccato al miele e all'arancia.

Oggi vi presento una ricetta non propriamente tipica della cucina italiana. Il petto d'anatra laccato al miele e all'arancia.
Di primo acchito potrebbe sembrare una crasi tra la cucina orientale e la cucina francese. In realtà è una ricetta che ho un po' inventato ma è fortemente ispirata da tutto quello che è famoso riguardo la cottura del petto d'anatra.
Quindi se crediamo, possiamo anche classificarla come ricetta della cucina italiana :)
Ci tengo a dire che è una di quelle ricette veloci perché si utilizza il forno, ma richiede un paio di passaggi noiosi, come filtrare e rosolare. Nulla di preoccupante però.
Come di consueto vi lascerò i miei trucchetti al fondo del post.

Petto d'anatra laccato al miele e all'arancia


LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 3 persone:

1 petto d'anatra intero grande, 400 gr circa.
1 cucchiaio di miele millefiori
1 arancia
1 spicchio di aglio
1 noce di burro
Sale e pepe

Preparazione:

-Preriscalda il forno a 150 gradi ventilato. Dove all'intero dovrà scaldare anche una pirofila.
-Dividi il petto d'anatra a metà seguendo naturalmente la linea della divisione dei due pettorali.
-Scalda un filo di olio di oliva su una padella antiaderente e fai imbiondire lo spicchio di aglio.
-Pratica dei tagli sulla pelle spessa del petto d'anatra formando una sorta di griglia. Incidi senza paura. Dobbiamo raggiungere la carne con il taglio ma senza tagliare quest'ultima.
-A padella calda, metti i petti sul fuoco dalla parte della pelle e togli l'aglio.
-Devi far rosolare a fuoco vivo medio la parte della pelle per 5 minuti. Schizzerà molto, quindi munisciti di un para schizzi e comunque fai ben attenzione.
Passati i 5 minuti gira il petto dall'altra parte e fai rosolare per altri 5 minuti esatti.
-Preleva con cautela e accortezza la pirofila calda dal forno, ungila pochissimo e metti i petti d'anatra rosolati nella pirofila, la pelle deve essere rivolta verso l'alto.
-Sala e pepa la carne e metti in forno per 40 minuti, nel ripiano medio.

-Fai bollire poca acqua in un pentolino. Nel frattempo grattugia la scorza di 1/4 dell'arancia e quando l'acqua bolle fai cuocere la scorza per 30 secondi esatti, al suo interno. Scola con un filtro a maglie strette.
-In una padella larga scalda il cucchiaio di miele e fallo sciogliere insieme alla scorza di arancia scottata. Appena il miele sarà liquido sfuma con metà succo dell'arancia. Sala e pepa a gusto e spegni.
-Quando il petto avrà concluso la sua cottura arrosto nel forno, prelevalo e adagia i petti su un tagliere. Falli riposare coperti da carta stagnola.
-Unisci i succhi depositati nella pirofila all'interno del preparato al miele e all'arancia e filtra nuovamente il tutto in una ciotola.
Pulisci la padella dai residui di carne e buccia, anche solo con della carta assorbente e rimettici il sugo che abbiamo filtrato.
-Ora puoi scaloppare il petto d'anatra, in questo caso entrambi i pezzi.
-Scalda il sughetto a fuoco basso e inserisci i pezzi di carne d'anatra e il burro. 
Non agitare molto, limitati a far scaldare tutta la preparazione e porta il sugo sopra la carne con l'aiuto di un cucchiaio, per un paio di minuti o fino a quando il burro si sarà sciolto e avrà legato tutti gli ingredienti.
-Servi la pietanza calda e magari con l'accompagnamento di patate o verdura a pasta dura.

TIPS
-Consiglio di comprare l'anatra intera e ricavarne il petto, ti costerà di meno e il resto dell'anatra potrai congelarlo o cuocerlo in diversi modi. Esempio, le ali e le cosce sono ottime arrosto in forno. Oppure con la carcassa di fa un ottimo brodo, molto grasso. Fantastico con i tortelli alla zucca. Ma questa è un'altra ricetta.
-Cautela nella cottura, questa carne è molto grassa e schizza.
-Anche se è un volatile l'anatra è considerata carne rossa quindi puoi lasciarla anche un po' rosa. A me piace ben cotta.
-Gira sempre la carne d'anatra con una pizza per evitare di bucarla e perdere succhi preziosi.
-Scaloppare vuol dire tagliare la carne un po' in diagonale, ottenendo spessore e dimensione omogenea.
-La pelle devi rosolarla molto bene, deve essere croccante e più si cuoce più perde grasso. 
Penso che la pelle sia la parte più buona se cotta bene.

17 feb 2015

10 utilizzi utili del bicarbonato, in cucina e fuori.

(Immagine del web)

Salve a tutti miei cari followers, oggi voglio lasciarvi 10 miei utilizzi su come sfruttare un ingrediente che spesso tutti hanno in casa.
L'idea è nata grazie ad un quesito che mi sono posto: come potevo "deodorare" la lettiera del gatto senza però essere obbligato a dover spendere 5 euro di deodorante specifico?
Facendo varie ricerche mi si è aperto un mondo grazie alla scoperta di un ingrediente portentoso: il bicarbonato di sodio
Solitamente si compra per scopo "alimentare" ma la realtà è che si possono fare un milione di cose.!!
Io mi soffermerò sulle più interessanti nell'ambito della gastronomia e domestico.
Vi lascio anche i miei TIPS per non incorrere in danni inutili.

  1. Ho risolto il problema con la lettiera del gatto. E' bastato mettere un cucchiaio di bicarbonato spolverizzato sopra la sabbia e sulla base pulita della lettiera, per tenerla più profumata a lungo.
  2. Scrubs anti punti neri: questo non è per tutti, il bicarbonato è abbastanza abrasivo e disseccante. Quindi per le pelli più delicate potrebbe irritarle troppo.
    Per me preparo una pastella con poca acqua e Bicarbonato e massaggiare il viso umido con movimenti circolari per massimo 10 secondi, risciacquare con acqua calda e poi con acqua fredda. Io non lo faccio per più di 1 volta al mese e poi idrato bene la pelle con creme varie.
  3. Lavare le verdure, questo è un classico ma serve. Sapete perché aiuta a "pulire la verdura"? La struttura ionica del bicarbonato slega le molecole proteiche della sporcizia e l'innalzamento del PH dell'acqua aiuta a far scivolare lo sporco.
  4. Correggere le cotture: se si è fatto cuocere troppo della carne e si è indurita, basterà aggiungere un pizzico di Bicarbonato sopra, irrorare con poca acqua e far riposare due minuti col coperchio e fuoco lento. La carne diventerà di nuovo morbida.
    E se vi dicessi mai più sugo acido? Basta un pizzico minuscolo nel nostro abituale sugo a fine cottura per togliergli l'acidità. A fuoco spento inserire e girare, 2 minuti e il sugo non sarà più acido.
  5. Lavare a secco: ora che arriva la primavera possiamo spolverizzare su tappeti e coperte il Bicarbonato, lasciarlo riposare una decina di minuti e passare l'aspirapolvere accuratamente. Così facendo si aspirerà molto più sporco.
  6. Sgrassatore: 1 bicchiere di acqua, 1 cucchiaio di bicarbonato e 1 di succo di limone, scuotiamo tutto in un nebulizzatore e possiamo pulire tutta la casa, anche i pavimenti non delicati. E sappiate che è anche un prodotto che non inquina, giusto per fare un po' gli ambientalisti.
  7. Digerire, aiutare la lievitazione, colluttorio... queste cose si sanno!
  8. Pulire apparecchi e dentiere: nel nostro bicchiere di acqua aggiungiamo un punta di bicarbonato. Lasciamo agire nella notte o un paio di ore e poi sotto acqua corrente una bella spazzolata con lo spazzolino. Sarà moto più fresco il nostro apparecchio.
  9. Deodorante: a me una volta mi è capitato di averlo finito e dovevo uscire di corsa. Mano bagnata e sporca di bicarbonato, una passata e via.
  10. Shampoo: se aggiungiamo poco bicarbonato allo shampoo, una volta ogni tanto il capello sarà pulito più a fondo perchè il PH alcalino aprirà le squame del capello. Il balsamo così farà anche più efficacia senza doverne usare grosse quantità.

TIPS:
L'uso del bicarbonato non deve essere frequente e mai in quantità eccessiva.
Basta anche solo una punta di cucchino per i vari utilizzi.
Non tutti gli usi vanno bene per tutti, controllare sempre se si è intolleranti oppure facilmente irritabili di pancia o di pelle prima di utilizzarlo.
Per le pulizie consiglio di evitare materiali e tessuti delicati.
Spero che qualche suo utilizzo vi sia nuovo e che l'idea della mia rubrica vi piaccia.
I risultati possono variare :)



Ecco come io uso il bicarbonato. E voi? Conoscevate questi utilizzi alternativi?
Sapete altri trucchi della nonna da condividere?
Se vi è piaciuto questo articolo cercate nel Tag gli altri "I consigli di Marco."

14 feb 2015

Nutellotti senza sac à poche.

Ultima proposta del menù dei romantici. Ultima si intende come ordine di portate, perché se l'idea di questi piatti dedicati alle coppie vi piace, continuerò nella rubrica.
Se vi siete persi le mie altre proposte cioccolatose potete cliccare QUI per il primo e QUI per il secondo.
Questo dolce ha raggiunto non solo il successo sia per la sua viralità in rete sia per l'ingrediente fondamentale che è la Nutella.
In rete ci sono differenti versioni. Partendo dalle più biscottose fino a quelle più stile cookie.
Gli ingredienti sono pochi perché sono tutti sopperiti dall'uso della Nutella che ne possiede già molti al suo interno, dalla frutta secca all'olio.
Quella che vi propongo io è semplice sia nella preparazione, sia nella stesura, che nella farcitura.


LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 10 biscotti:
1 uovo grande
160 gr di Nutella (più 2 cucchiai per la decorazione)
120 gr di farina 00
1 cucchiaio di cacao amaro
un pizzico di sale

Preparazione:
- In una ciotola sbatti l'uovo con delle fruste elettriche fino a che diventerà spumoso.
- Aggiungi la farina in una volta sola e continua a sbattere il composto a velocità ridotta.
- Ammordisci la Nutella al microonde per meno di 10 secondi alla massima potenza e uniscila al composto insieme al sale.
Quando il tutto è amalgamato passiamo alla cottura.
- Scalda il forno a 160°, fodera la placca con carta da forno e adagia delle palline di impasto che creerai stile polpetta con le mani sporche di cacao.
- Crea il buco in mezzo aiutandoti con il manico di un cucchiaio di quelli cicciotti in plastica, se sarà bagnato ogni volta, il buco verrà meglio e l'impasto non si appiccicherà all'arnese.
- Metti il tutto in forno e cuoci. Appena passato il tempo sfornali e lasciali riposare per 30 minuti all'aria.
- Riempi il buco con della Nutella e con l'aiuto di una stuzzicadenti, modellala a forma di vortice, cercando di portare la Nutella verso l'alto così da conferirgli un effetto voluttuoso.
- Per gustarli al meglio ed avere un equilibrio di sapori, decorali con uno spicchio di frutta acida, come la fragola o kiwi.