01/set/2014

Torta mascarpone e cioccolata americana + mia esperienza negli USA

Buongiorno a tutti cari lettori,
sono finalmente tornato dalla mia estate. Ho deciso di riaprire il mio blog proprio oggi, 1' settembre.
Quante cose che vi devo dire e raccontare.
Anzitutto, è settembre e come ogni settembre c'è aria di novità. Ho deciso di dare una nuova impronta al blog; inizialmente ho aperto La Ricetta di Marco per raccogliere tutte le mie idee ma adesso voglio anche associare parti della mia vita alle ricette che faccio.
Vi racconterò un pò di affaracci miei, come già faccio sulla pagina ufficiale del Blog su Facebook. 
Ovviamente se non vi interessa l'argomento potrete sempre andare alla ricetta che metterò in fondo ad ogni post e se non vi interessa nemmeno la ricetta... bè avete sbagliato ad aprire il mio blog =D
Altra piccola novità che introdurrò sarà un video musicale consigliato; diciamolo, la cucina si associa a tantissime cose, molti la associano all'amore, molti al sesso, molti alla creatività e molti altri (come me) alla musica. In più la canzone rispecchierà sempre la mia ricetta o l'esperienza che vi narrerò insieme ad essa.

Allora... come molti sapranno questa estate mi sono recato negli Stati Uniti. È stato il regalo mio e della mia fidanzata per la laurea che abbiamo conseguito a dicembre 2013!
Siamo stati in famiglia e non intendo l'esperienza tipica dei giovanotti all'estero, no no, siamo stati proprio ospiti dai parenti della mia ragazza.
Cosa posso dire di loro, sono delle persone SPLENDIDE! Ho scoperto che cos'è l'amore platonico. Mi hanno trattato come se fossi di famiglia e mi hanno regalato una delle esperienze più belle della mia vita. Non smetterò mai di essergli grato.
Noi abbiamo visitato un pò il West Virginia e Ohio. In particolare Pittsburgh e Columbus. Poi c'è stata regalata una gita alle Cascate del Niagara e un saltino in quel del Canada.
Infine siamo stati un week end a Washington DC.
Nel mentre ho anche allenato il mio inglese. Ho imparato un sacco di nuovi termini...culinari e così ho anche importato delle ricette tipiche molto sfiziose.
Vi lascio al brucio le mie impressioni sui posti visitati:

Pittsburgh è una città carina, non l'ho trovata proprio a misura d'uomo del 2014 anche se dicono che è la città più vivibile d'America. Si vede ancora che è una ex città industriale ma anche questo la rende tranquilla.
Columbus è la classica capitale: pub, grattacieli, ristoranti, code e litigi. È stata istruttiva e divertente.

Le cascate del Niagara sono qualcosa di folle, bellissime, suggestive, magiche e "basse". Non dico che sono un rubinetto però nella mia mente me le immaginavo altissime. Noi abbiamo fatto la gita in traghetto che ti porta in mezzo al ferro di cavallo delle cascate tra lo stato di New York e il Canada, bè lì cambi proprio prospettiva del mondo!

Il Canada è tranquillo, pulito e vivo. Pensavo di trovarlo più europeo come stile e invece anche lì si denota lo stile americano. Sicuramente sono molto precisi.

Infine Washington DC. Wow che storia ragazzi, sembra di stare in un film. Anche l'ultimo dei venditori ambulanti sembra un politico. Tutti eleganti, che vanno di qua e di la (ma non come a Manhattan) e la città è quasi tutti bianca o comunque chiara. È proprio la capitale degli Stati Uniti.

Ma ora veniamo a noi e al...

LA RICETTA DI MARCO

Questa ricetta è presa da un giornale di un famoso network di cucina americano "Food network" io ve la traduco e italianizzo perchè degli ingredienti sono difficili da reperire.

Ingredienti
2 paste sfoglie rotonde (o cracker al cacao)
450 gr di panna da montare
300 gr di mascarpone
75 gr di zucchero a velo
150 gr di Nutella
5 gocce di essenza di vaniglia
Zucchero granulare e cacao amaro Q.B.
1 tavoletta di cioccolata fondente

Preparazione
Se trovate i cracker al cacao siete a cavallo e ve ne servono 20, ma in Italia sono praticamente impossibili da reperire.
Quindi cuocete di forno per il tempo indicato la pasta sfoglia che dovete spolverare di zucchero granulare e cacao amaro, da ambo i lati. Una volta cotti fate raffreddare. Appena tiepida tagliatela a metà, dato che non l'avete bucherellata dovrebbe essere "lievitata" e il taglio risulta più facile.
In un mixer montate la vaniglia, metà della panna e metà del mascarpone insieme allo zucchero a velo. Devono solo amalgamarsi bene.
In un altra ciotola da mixer mescolate il restante della panna e del mascarpone insieme alla Nutella.
Ora in un grosso piatto piano possiamo montarla. uno strato di cracker (sfoglia) uno strato di crema al mascarpone, poi un altro di sfoglia e uno di crema alla Nutella, poi ripartiamo con la sfoglia e la crema al mascarpone per finire con l'ultimo di sfoglia e l'ultimo strato di crema alla Nutella.

Grattugiate su tutta la superficie il cioccolato e riponete in frigo per almeno una notte.

Vi assicuro che è una bomba, buonissima, non dolcissima ma libidinosa!
PS se volete fare le cose ancora più easy, utilizzate i pan di stelle, un pò interi e un pò rotti per creare gli strati omogenei!

Fatemi sapere se vi piacciono le novità, la canzone, la ricetta... commentate, commentate, commentate e postate ovunque. Fate un pò i social =D

Un abbraccio,
vi lascio con la colonna sonora del mio viaggio in America.




21/lug/2014

In diretta dall'America: Spaghetti dei santi.


Hello dears followers,
Chi mi segue sulla pagina ufficiale del blog su Facebook saprà che sto passando un periodo in America per imparare l'inglese e allargare i miei orizzonti, culinari e non.
Sto vivendo un'esperienza unica ma non vi anticipo niente poiché al mio rientro dedicherò un post intero a ciò che ho visto ed imparato.

Diciamo che vivo in famiglia (anche questo poi ve lo racconterò in seguito) e quindi ho libero accesso alla cucina. Per ora mi hanno fatto provare tutta la cucina americana, tutto buonissimo credetemi...su FB potete vedere le varie foto.
Oggi ho deciso di cucinare qualcosa io. Ovviamente tipico italiano.
Ho spolverato un cavallo di battaglia, semplice e rappresentativo ma soprattutto gustoso.
Gli ingredienti buoni si trovano tutti, qui i supermercati sono veramente molto forniti. Certo, costano!


LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 2 persone:
4 cucchiai di olio di oliva
1 spicchio d'aglio
200gr di spaghetti n'5
3 pomodori San Marzano
6 fette di prosciutto crudo San Daniele
2 foglie di basilico
Origano, sale e pepe QB

Preparazione:
- Mettete a bollire l'acqua della pasta che deve essere salata.
- In una padella ampia scaldate l'olio e fate soffriggere l'aglio in camicia, solamente schiacciato. Una volta dorato gettate l'aglio.
- Ora buttiamo nell'olio i pomodori tagliati a cubetti e facciamo saltare almeno 3 minuti. Saliamo e pepiamo a nostro gusto.
- Sfumiamo con un mezzo bicchiere di acqua. Se avete il brodo vegetale è ancora meglio ma evitate di salare i pomodori.
Dopo 5 minuti di cottura a fuoco basso, spezzettate il basilico sopra il sughetto formato e spegnete il fuoco.
- Cuociamo gli spaghetti e scoliamoli al dente. Conserviamo come di buona norma almeno una tazzina di acqua di cottura.
- Riaccendiamo il sugo, tuffiamo gli spaghetti all'interno di esso e uniamo metà del prosciutto tritato a coltello e un po' di acqua di cottura per mantecare. Quando il tutto sarà ben legato, il sugo deve aver colorato per bene gli spaghetti, possiamo servire e spolverare ogni porzione con il restante del prosciutto.


Li chiamo gli spaghetti dei santi sia perché sono paradisiaci e sia perché sono fatti con il San Daniele e il San Marzano, un'idea simpatica per portare allegria a tavola.


ENJOY!!! 

03/lug/2014

Insalata di polpo di famiglia


Cari amici,
finalmente riesco a pubblicare una nuova ricetta. Sulla pagina Facebook del blog l'avevo promessa da tempo ma ho avuto mille inconvenienti che poi vi racconterò nel prossimo post perché c'è da ridere (per non piangere!).
A me piace talmente tanto che l'ho messa come copertina della pagina Facebook!

Questa ricetta è di mio padre, io ve la riporto con delle licenze poetiche poiché non me la mai decentemente spiegata, ma ho il dubbio che lui segua anche un pç la ricetta più vecchia del mondo... quella denominata "ad cazzum" XD
È una delle cose che gli riescono meglio, anche se devo essere sincero che con il pesce ci sa fare...in realtà tutti in famiglia ci sappiamo fare con il pesce!

LA RICETTA DI MARCO

Ingredienti per 6 persone:
1 kg di polpo
4 patate medie
180 gr di olive taggiasche
prezzemolo
sale e pepe
olio e aceto di mele

Preparazione:
- Come prima cosa facciamo bollire le patate, partendo da acqua fredda salata con la buccia. Fate attenzione poiché la cottura della patata delle risultare al dente. Aiutatevi con uno stuzzicadenti, deve forare la patata ma non con troppa facilità. Secondo me dai 25 minuti da quando bolle l'acqua potete iniziare con il controllo.
Questo passaggio potrà sembrare superfluo ma in realtà è fondamentale poiché se la patata è troppo cotta si sfalderà nell'insalata e farà sembrare la vostra creazione un purè informe di ingredienti.
- Passiamo al polpo: Facciamo bollire molta acqua in una pentola molto capiente, non salata!
Il polpo di solito si compra già decongelato (è rarissimo che vi vendano un polpo fresco) e questa volta sarà un vantaggio. Infatti il polpo se congelato e poi decongelato risulterà molto più tenero in cottura.
Quando l'acqua bolle prendete il polpo dalla testa, tenetelo con due dita quasi al limite, e inzuppatelo quasi interamente dentro l'acqua e toglietelo. Tipo bustina del Te. Questo per 3 volte! Alla terza volta immergetelo tutto e lasciatelo cuocere semi coperto.
Questo è un altro trucchetto per ottenere un polpo morbido.
Vi ho detto negli ingredienti di prenderne un kg perché molti non lo sanno ma il polpo più è grande più è facile da cuocere. Un polpo piccolo rimarrà sicuramente più coriaceo.
Per un polpo da un kg io lo faccio cuocere almeno un ora, anche un ora e venti. Anche qui fate la prova dello stuzzicadenti, ma questa volta deve entrare nei tentacoli con facilità.
Una volta cotto immergetelo in acqua e ghiaccio per fermare la cottura.
- Ora possiamo tagliarlo a pezzettini delle stesse dimensioni dei pezzettini di patata. Uniamo le olive velocemente sciacquate e il prezzemolo tritato finemente.
Io lo condisco con olio di oliva, sale, pepe e un cucchiaio di aceto. Comunque la quantità del condimento è soggettiva.
Servitela a temperatura ambiente, ma conservatela sempre in frigo coperta.

A casa mia ne facciamo proprio kili perché va a ruba!!! =)